• I nostri utenti si candidano a: *

Quando si desidera proporsi in un ruolo da procurement manager, offrire ai recruiter un CV adeguato è fondamentale. Spesso ci si chiede nel caso di un CV da procurement manager cosa fa davvero la differenza. Non c’è una sola risposta: un modello solido, le giuste parole chiave, e le esperienze professionali sono certamente i punti fondamentali di un CV procurement manager.

Ma non solo: ogni dettaglio diventa fondamentale, soprattutto quando si compete con centinaia di altri candidati per un solo posto. Come far emergere, quindi, i tuoi punti di forza? Per aiutarti abbiamo raccolto tantissimi consigli capaci di facilitarti la vita e di aiutarti a creare il tuo CV procurement manager.

CERCA PER PROFESSIONE

    Esempi di CV procurement manager

    Creare un CV è molto più facile se parti osservando i Curriculum di altri candidati. I nostri esempi di CV procurement manager forniscono tutte le basi per candidarti al meglio per una posizione imprescindibile in ogni azienda. Approfittando dei consigli contenuti nei seguenti esempi di CV procurement manager potrai dare forza al tuo profilo e costruire una carriera di primo livello.

    In particolare, osservando i tre esempi di CV procurement manager presenti su questa pagina, ti invitiamo a notare che:

    • il tono generale dei CV esprime determinazione e competenza
    • solo due esempi su tre contengono una foto della candidata: significa che non è necessaria, ma non è nemmeno vietata
    • la candidata ha usato un formato di CV cronologico inverso.

    Ricorda che puoi osservare tanti altri esempi di CV sul nostro sito, sia per il tuo settore che per tanti altri campi.

    esempio-di-cv-procurement-manager-con-design-moderno

    DATI DI CONTATTO

    Nome: Giorgia

    Cognome: Vitali

    Numero di telefono: 347 9776946

    Indirizzo di casa:Piazzale Bassani 42, 44121, Ferrara, FE

    Indirizzo email: giorgia_vitali@libero.it

    PROFILO PROFESSIONALE

    Professionista dinamica e versatile, con esperienza pluriennale nel settore della comunicazione e solide competenze in pianificazione delle strategie d’acquisto, gestione del team e dei rapporti con i fornitori, contrattualistica commerciale e conduzione di trattative. Estremamente motivata a inserirsi in una realtà dinamica e stimolante, si candida per il ruolo di Procurement manager con disponibilità immediata.

    ESPERIENZE LAVORATIVE

    09/2015 – ad oggi

    Open Group | Ferrara, FE – Procurement manager

    • Gestione del portfolio acquisti in ottica TVO
    • Definizione dei prodotti da acquistare, pianificazione degli acquisti e stesura del budget di approvvigionamento
    • Monitoraggio di fornitori strategici attraverso strumenti di valutazione del credito, KPI mirati e audit on site.

    09/2013 – 09/2015

    Open Group | Ferrara, FE – Responsabile della comunicazione

    • Stesura dei comunicati stampa, materiali promozionali e prodotti multimediali da inviare ai media
    • Ideazione di concept e realizzazione di campagne di comunicazione e di promozione
    • Comunicazione interna all’azienda e gestione del lavoro dei team in-house
    • Stesura del budget per i diversi tipi di campagne e gestione dello stesso.

    09/2005 – 09/2013

    Bellini Comunicazione | Bologna, BO – Account manager

    • Monitoraggio dei trend di mercato e delle tendenze di settore
    • Monitoraggio dei risultati di vendita e attuazione di eventuali azioni correttive
    • Mediazione delle richieste dei clienti verso il team creativo e quello esecutivo assicurandone la piena soddisfazione.

    FORMAZIONE

    06/2005
    Università degli Studi| Ferrara – Laurea in Scienze della Comunicazione: Marketing e pubblicità

    06/2000
    Liceo Scientifico Newton| Polesella, RO – Diploma di Liceo Scientifico

    COMPETENZE

    1. Tecniche e metodologie per l’analisi di mercato
    2. Tecniche di negoziazione
    3. Contrattualistica commerciale
    4. Gestione dei fornitori
    5. Attitudine commerciale e al lavoro per obiettivi
    6. Doti negoziali e comunicative
    7. Coesione della squadra

    COMPETENZE INFORMATICHE E LINGUISTICHE

    Conoscenza pacchetto Microsoft Office: avanzata

    Conoscenza G Suite: avanzata Conoscenza Adobe Photoshop, After Effect, InDesign: base

    Conoscenza lingua inglese: avanzata

    HOBBY E PASSIONI

    Pilates, lettura, e tutto ciò che riguarda il mondo della Grecia antica, dalla mitologia all’arte.

    DATA DI NASCITA

    23/08/1981

    Inizia a creare un CV procurement manager

    x

    Modelli da scaricare per il tuo procurement manager CV

    Con la tua candidatura dovrai dimostrare di saperti porre con formalità, professionalità, competenza e attenzione al minimo dettaglio. A partire dal modello di CV che sceglierai. Per questo ti consigliamo di optare per un modello di CV moderno oppure un modello di CV semplice.

    format

    Che formato dare al tuo procurement manager CV

    La tua è una figura dove una personalità brillante è certamente apprezzata, purché si accordi con un forte senso pratico. E il tuo CV procurement manager dovrebbe rispecchiare queste due caratteristiche, anche nella struttura delle informazioni, ovvero il formato di CV. Per quest’ultima, puoi certamente trovare un buon alleato nel formato di CV cronologico.

    Scegli un modello per il tuo CV procurement manager

    Come noi abbiamo creato un Curriculum Vitae da procurement manager (e come creare il tuo)

    Prima di iniziare con la stesura del Curriculum, è sempre bene avere a mente a chi intendi rivolgerti, quali sono i tuoi obiettivi professionali e quali le competenze e le qualità che ritieni utile mettere in luce: sapendo sin da subito come impostare il tuo CV procurement manager e dove inviarlo, sarà più semplice redigerlo in maniera precisa e corretta.

    I nostri esempi di Curriculum Vitae da procurement manager sono la messa in pratica dei nostri consigli utili per candidarti al meglio per un ruolo di notevole importanza strategica all’interno di qualunque entità aziendale. Se hai buone qualità comunicative e possiedi competenze economiche e commerciali trova il lavoro giusto per te grazie al nostro CV procurement manager. Se vuoi saperne di più, ti consigliamo di leggere la nostra guida su come fare un Curriculum.

    In questa pagina troverai una guida alla creazione di un CV procurement manager che sappia inserirsi nel contesto in modo professionale. In particolare scoprirai:

    • come si sceglie un modello di CV
    • quali sono i dati di contatto da inserire
    • come fare un Profilo professionale
    • quali esperienze professionali elencare e come
    • quali mansioni aggiungere (il procurement manager cosa fa)
    • come descrivere i tuoi titoli di studio
    • quali competenze inserire
    • che stile dare al tuo CV

    Dati di contatto: quali inserire sul CV

    Una volta scelto un modello con cui cominciare, puoi iniziare a riempire il template con le informazioni su di te. Non dimenticare assolutamente informazioni essenziali come numero di telefono o indirizzo mail: sarebbe un pessimo modo di proporti, perché forniresti subito un’impressione di trascuratezza e sbadataggine.

    La prima cosa che dovrai inserire saranno i tuoi dati di contatto.

    Non dimenticare quindi di aggiungere:

    • nome
    • cognome
    • indirizzo email
    • numero di telefono
    • indirizzo di casa.

    Alcuni candidati, in questa sezione, dichiarano anche il loro stato civile e il numero di figli che hanno. Sappi che non sei tenuto a farlo: sono informazioni private.

    Anche la data di nascita non è strettamente necessaria, ma ai recruiter italiani di solito interessa. Se vuoi, puoi creare una sezione ad hoc e chiamarla “Data di nascita”.

    Esempio sezione Contatti per un procurement manager CV

    Nome: Monica

    Cognome: Manestu

    Indirizzo di casa: Largo Fatebenefratelli 76, Pessano con Bornago (MB)

    Numero di telefono: 335 0867598

    Indirizzo email: manestumonica@libero.it

    Come fare il Profilo professionale

    La sezione Profilo professionale, detta anche Profilo personale o Riepilogo Professionale è quella parte del Curriculum dove mettere in evidenza i tuoi punti di forza in modo da catturare l’attenzione dei selezionatori.

    Nel caso di un procurement manager, è importante che il tuo Profilo professionale sia scritto con un tono di voce determinato e preciso, e che faccia riferimento ad alcuni argomenti chiave. Quali? Sarà l’annuncio di lavoro a fartelo capire. Nota se sono presenti requisiti come gli anni di esperienza e alcune competenze specifiche: in tal caso saranno i primi argomenti che dovrai citare nel tuo Profilo personale.

    Indica in poche parole quali pensi siano le tue migliori qualità, concentrandoti sugli aspetti determinanti per la posizione per la quale ti proponi: nel caso di un procurement manager, può essere ad esempio importante sottolineare doti relative alla capacità organizzativa, alla creatività, alle qualità comunicative, al saper trattare efficacemente con le persone e alla resistenza allo stress.

    È il luogo giusto anche per menzionare i tuoi obiettivi professionali. Ad esempio, se non hai mai lavorato come procurement manager e stai cercando di fare un salto di carriera, puoi accennare qui a che cosa ti renderebbe un ottimo candidato su cui investire. Se invece hai già un passato da responsabile acquisti, puoi parlare delle tue esperienze e capacità con solidità.

    La posizione per cui ti proponi potrebbe richiedere la disponibilità a spostamenti al di fuori della sede aziendale, per conoscere i fornitori, visionare il loro lavoro, valutare l’ottenimento di nuovi contratti e partecipare a eventi o fiere di settore: indica dunque sei disposto a muoverti sul territorio, senza dimenticare che la flessibilità mentale e anche logistica sono sempre ben accolte.

    Per questo non dovresti dimenticare di menzionare anche la tua adattabilità alla flessibilità oraria richiesta per il tuo ruolo e alla tua disponibilità ad effettuare trasferte, sia per partecipare a fiere di portata nazionale e internazionale, sia per recarti presso i fornitori a conoscere direttamente la loro realtà aziendale, anche in paesi stranieri.

    Ricorda sempre che le possibilità o meno di essere contattato per un colloquio dipendono non solo dalle competenze o dall’esperienza che hai, ma anche dall’impatto emotivo che il selezionatore avrà leggendo il Curriculum: cerca dunque di scongiurare ogni tipo di arroganza, prepotenza o superficialità.

    Esempio di Profilo professionale per un procurement manager

    Professionista dinamica e versatile, con esperienza pluriennale nel settore della produzione tessile e solide competenze in pianificazione delle strategie d’acquisto, gestione del team e dei rapporti con i fornitori, contrattualistica commerciale e conduzione di trattative. Orientata al risultato e capace di fare lavoro di squadra con l’obiettivo di raggiungere e superare i target assegnati.

    Esperienze professionali e mansioni (un procurement manager cosa fa)

    Come scrivere la sezione Esperienze professionali su un CV procurement manager? Questa sezione è la parte del tuo Curriculum dove potrai aggiungere tutte le informazioni che riguardano i tuoi impieghi precedenti.

    Elenca nomi e indirizzi delle aziende per le quali hai già lavorato e le mansioni principali che ti sono state richieste in quei periodi di tempo, cercando di essere al contempo sintetico ed esaustivo, affinché il selezionatore possa costruirsi un’idea concreta riguardante la tua esperienza. Non trascurare alcun aspetto; cerca invece di essere sempre preciso nell’indicare nomi, date e ogni altra informazione essenziale, così che il tuo profilo possa subito risaltare per bontà espositiva e scrupolosità.

    Sotto ad ogni voce potrai inserire alcune mansioni tra quelle che hai svolto durante ogni incarico, ovvero un procurement manager cosa fa. Quante mansioni aggiungere? Il nostro consiglio è quello di inserirne tre o quattro sotto l’esperienza professionale più recente, e una o due sotto quelle ancora precedenti.

    Se non hai mai ricoperto il ruolo di procurement manager, dovrai elencare i tuoi lavori precedenti, qualunque essi siano, e le mansioni principali che hai svolto. Cerca di mettere in evidenza tutti quei compiti che potresti ritrovare nel tuo day-by-day come procurement manager, come la gestione di rapporti con fornitori o il reporting sui vari approvvigionamenti, e altro.

    Se invece hai già lavorato come procurement manager e semplicemente stai cercando un nuovo lavoro in un’azienda diversa, devi inserire le mansioni che hai già svolto. I nostri testi precompilati ti aiuteranno a farti venire in mente i compiti di cui ti sei occupato in passato.

    Ricorda che dovresti sempre utilizzare uno “stile da parole chiave” sul tuo CV procurement manager, sia quando menzioni i ruoli che hai ricoperto, sia quando scrivi le mansioni che hai svolto e le tue competenze. In questo modo sarà più facile per recruiter e sistemi automatici ATS individuare il tuo Curriculum tra le centinaia che potrebbero arrivare per un solo posto. Leggi con attenzione l’annuncio di lavoro a cui vorresti rispondere, evidenzia le keyword e riportale sul tuo Curriculum procurement manager.

    In questo modo sarà più facile per i sistemi ATS capire se hai le capacità cercate dal selezionatore e individuarti. In poche parole, per farti notare devi ripetere le parole chiave dell’annuncio. Quando ci si chiede in un CV da procurement manager cosa fa davvero la differenza agli occhi dei selezionatori… beh, le parole chiave sono un fattore fondamentale.

    Esempio di Esperienze professionali procurement manager

    Dicembre 2007 – Agosto 2016

    Procurement Manager pressto Athenae Srl, Trento

    • Definizione, in collaborazione con il Procurement Lead, delle Strategie di Sourcing in relazione ai bisogni aziendali di breve, medio e lungo termine
    • Gestione dei contratti di procurement includendo soluzioni dedicate in base alle specifiche necessità dei progetti
    • Risposta alle esigenze del Business per supportare le richieste di identificazione ed ingaggio di terze parti su servizi professionali.

    Cosa scrivere sul procurement manager CV sull’istruzione

    La sezione Istruzione è quella che dedicherai alla descrizione dei tuoi titoli di studio. Parti dal più recente, come un master post universitario, oppure la laurea in scienze della comunicazione, economia, giurisprudenza o simili. Prosegui poi andando a ritroso fino al tuo diploma superiore.

    Cerca di essere sempre preciso quando indichi le date di inizio e fine studi e lavoro: se non le ricordi bene, piuttosto prenditi un momento per fare mente locale. Se hai effettuato corsi di formazione inerenti alla posizione per cui ti candidi non dimenticare di inserirli, mentre puoi evitare di menzionare eventuali altri corsi relativi a settori molto lontani da quello per cui ti proponi.

    Come sai, non esiste un vero e proprio percorso per arrivare a lavorare come procurement manager, né un esame di abilitazione, né un albo: una figura come questa può venire da diversi background. Per questo è importante che tu descriva con precisione sia il tuo passato lavorativo sia le competenze che hai acquisito, insieme alla tua formazione scolastica ed extra scolastica.

    Esempio di Formazione da procurement manager

    Dicembre 2007
    Laurea Magistrale in Statistica, Università degli Studi di Torino
    Tirocinio di 3 mesi presso l’Istituto di Ricerca Bellodi
    Tesi di laurea sui metodi dell’indagine statistica applicata ai comportamenti di acquisto nel campo editoriale
    Voto di laurea: 109/110

    Giugno 2004
    Laurea Triennale in Matematica, Università degli Studi di Torino

    Giugno 2001
    Diploma di Liceo Scientifico, Liceo Scientifico Marconi, Chieri

    Competenze procurement manager: quali inserire sul CV

    Prima di iniziare la stesura del tuo CV procurement manager, assicurati di avere le competenze minime necessarie per poterti effettivamente proporre per il ruolo specifico da te desiderato; qualora tali competenze non siano in tuo possesso, può essere consigliabile cercare mansioni alternative e più idonee.

    Le tue esperienze pregresse in azienda ti avranno sicuramente permesso di acquisire competenze nel funzionamento dei reparti acquisti, dei rapporti con i fornitori, delle dinamiche e dei requisiti di prodotto trattato dall’impresa per cui hai lavorato. Queste sono le tue competenze tecniche (dette anche hard skill), e vanno senz’altro inserite nella sezione “Competenze professionali”.

    Ma in tutto questo non devi dimenticare di menzionare anche le tue soft skill, ovvero le competenze trasversali. Il CV procurement manager è il tuo primo lasciapassare per una mansione di alta rilevanza all’interno di ogni realtà aziendale. Il ruolo richiede doti non comuni in termini di precisione, accuratezza, strategia e comunicazione: tutte soft skill che dovresti inserire sul tuo Curriculum, se ritieni di possederle.

    Non dimenticare di aggiungere una sezione dedicata alle tue competenze informatiche, che potresti chiamare proprio così, come vedrai nei nostri esempi di CV. Includi i software che sai utilizzare, quelli relativi alla scrittura, ai database (come Excel) e anche i WMS come SAP, ERP o altro. Per quanto concerne le conoscenze informatiche, indica solo le conoscenze reali che possiedi; un CV onesto pur con qualche lacuna è comunque meglio recepito di un Curriculum all’apparenza sfavillante ma in realtà ricco di informazioni non veritiere.

    Infine è importante che i selezionatori possano vedere subito le lingue che conosci e a che livello. I recruiter vorranno capire se sei in grado di comunicare con successo con fornitori esteri. Nella descrizione della tua conoscenza delle lingue straniere, sii onesto e indica il livello effettivo di cui disponi: non tentare di alzarlo artificiosamente, anche perché in sede di colloquio potresti subito essere sbugiardato.

    Ecco una lista delle competenze professionali di un procurement manager più richieste dai recruiter:

    Hard skill procurement manager

    • Caratteristiche merceologiche di (inserisci il tipo di prodotto)
    • Tecniche di negoziazione
    • Programmazione delle attività produttive
    • Conoscenza dei processi per poter guidare la gestione del fornitore esterno
    • Conoscenza delle caratteristiche dei driver di costo
    • Conoscenza del mercato della domanda e dell’offerta

    Soft skill procurement manager

    • Autorevolezza
    • Assertività
    • Approccio logico
    • Pensiero analitico
    • Capacità di leadership
    • Creatività
    • Capacità di negoziazione

    Rispetto allo stile ti diamo 3 suggerimenti per creare il tuo Curriculum Vitae, in particolare per un ruolo da procurement manager:

    1. Non appesantire il tuo CV raccontando nei dettagli la tua vita, i tuoi interessi nel tempo libero, le cose che ami: sono informazioni che non interessano al selezionatore e che dunque potrebbero indispettirlo.
    2. Scegli con cura l’immagine che ti rappresenterà. Evita accuratamente foto scattate con lo smartphone in spiaggia o in discoteca insieme agli amici. La tua immagine dovrà apparire semplice, seria e professionale. In caso contrario è probabile che tu sia immediatamente scartato.
    3. Il CV deve essere schematico, facile alla lettura e conciso: il selezionatore con ogni probabilità non avrà né il tempo né la voglia per decifrare un Curriculum confuso o troppo lungo.
    Procurement manager CV: esempi e consigli

    5 consigli sul CV procurement manager

    • È probabile che l’annuncio di lavoro ti chieda espressamente di inviare il tuo CV come Curriculum Vitae formato europeo. In tal caso, dovrai necessariamente creare il tuo CV procurement manager con un formato EU, altrimenti verrai scartato.

    • Il formato di CV cronologico inverso è quello più comune e di facile lettura. Ma non è l’unico possibile: leggi la nostra guida sul formato di CV per saperne di più.

    • Scegli un font semplice da leggere, come Verdana, Arial o Tahoma: evita fronzoli e prediligi la funzionalità.

    • Evita accuratamente strafalcioni o banali errori grammaticali o di punteggiatura: rileggi il Curriculum molte volte prima di inviarlo, e non mandarlo sino a quando non sei sicuro al 100% che sia privo di refusi. Scrivi senza fretta, ponendo la massima attenzione verso ogni punto, affinché tutto risulti completo, chiaro alla lettura e privo di errori e sviste.

    • Il corretto uso della lingua italiana è indispensabile, ma il Curriculum deve sempre essere scorrevole e di facile lettura. Non impiegare una scrittura aulica o fantasiosa per impressionare il selezionatore: otterresti l’effetto contrario.

    brand-image

    Un procurement manager cosa fa e altre FAQ

    Un procurement manager cosa fa?

    Quando ci si chiede un procurement manager cosa fa, in realtà ci si sta domandando quali siano le mansioni di tale figura in azienda. Le mansioni non sono altro che i compiti quotidiani.

    Scriverne tre o quattro sotto ogni voce della sezione Esperienze professionali aiuta il recruiter a capire cosa sai fare e aiuta te a comunicare quali sono le tue capacità. Se sei a questo punto della scrittura del tuo CV procurement manager, sappi che puoi sempre contare sui nostri testi precompilati, ma abbiamo anche raccolto per te alcuni spunti su quali mansioni inserire sul tuo Curriculum:

    • presidio della selezione e la gestione dei fornitori secondo logiche di corporate governance e risk management
    • cura della qualificazione dei fornitori e dell’alimentazione dell’albo aziendale
    • attivazione di gare per l’approvvigionamento di tutti i beni e servizi dell’azienda
    • gestione della contrattualizzazione dei fornitori
    • supporto alle funzioni di finance e i clienti interni nei processi amministrativi di Procure-To-Pay.

    Quanto deve essere lungo il mio CV da procurement manager?

    Ottima domanda: dopo che ti abbiamo dato un sacco di spunti di informazioni da inserire, è giusto chiedersi: una, due o tre pagine? La risposta è semplice, e forse non ti piacerà: l’ideale sarebbe non superare una pagina di lunghezza. Se hai tante esperienze, cerca di condensarle, di non ripeterti, o di scegliere le più rilevanti.

    Se proprio non riesci a ridurre la quantità di informazioni, scegli un modello a due colonne. Così non dovrai rinunciare a nulla, pur mantenendo un design ordinato e accattivante. Se invece hai deciso di usare il formato europeo, potrai spingerti fino alle due pagine di lunghezza.

    Tieni a mente che un Curriculum sciatto, disordinato o mancante di parti essenziali sarà probabilmente scartato sul nascere. Il CV deve essere completo ma sintetico: evita di perdere tempo inserendo informazioni superflue e non inerenti la realtà professionale per cui ti proponi.

    CV procurement manager: a chi inviarlo?

    Per trovare un lavoro come procurement manager puoi inviare il tuo CV ad aziende della grande distribuzione commerciale, come supermercati, ipermercati, discount e grandi magazzini, e distributori all’ingrosso; ad aziende produttive come quelle che trasformano beni lavorando materie prime o semilavorati. Infine, ad aziende di servizi.

    Qualunque sia il tipo di azienda a cui vorresti inviare la tua candidatura, ricorda che è importante creare un procurement manager CV ad hoc per ogni destinatario: in questo modo sarà più facile fare centro, menzionando le competenze ed esperienze richieste espressamente nell’inserzione, utilizzandone le stesse parole chiave.

    Ricorda anche di preparare una cover letter. Nella nostra guida su come scrivere una lettera di presentazione troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno.

    Inizia a scrivere un procurement manager CV

    Procurati un nuovo lavoro con un nuovo CV procurement manager

    Se quello che ti serve è un nuovo lavoro, fai quello che ti riesce meglio: contatta chi può fornirti ciò di cui hai bisogno e proponi la tua offerta. Puoi farlo con uno strumento facile da utilizzare: il nostro CV maker.

    Approfitta di questo strumento totalmente online, semplice e immediato per creare in pochi clic un Curriculum procurement manager che saprà colpire i selezionatori per professionalità e precisione. Non aspettare oltre: inizia ora.

    Crea CV procurement manager

    esempio-di-cv-procurement-manager-con-design-moderno